· 

Perchè Yoga

Il linguaggio scientifico è l'autenticità della disciplina

Nell'articolo precedente abbiamo parlato di come spesso lo Yoga venga considerato, erroneamente, un mix tra contorsioni e pratiche ascetiche che portano a livelli estatici o riti che inducono alla pace interiore visualizzando correnti di luce, centri energetici e, c'è addirittura chi parla di "sbocchi dei chakra" apertura del terzo occhio ecc... Tutte informazioni forvianti, notizie fondate sul nulla e non confutabili. In casi come questi dobbiamo capire che il linguaggio scientifico è l'unico degno di poter rappresentare l'autenticità di questa disciplina strapazzata, denigrata e manipolata. Nel corso degli anni il Metodo Maharishi Sathyananda e la diffusione dello Yoga, applicato in Essse Accademia, presta fede a quello che medici e scienziati hanno dimostrato, con prove documentate, ovvero le modifiche fisiologiche e organiche, che avvengono durante l'attività fisica regolare.

Nello Yoga è imperativo utilizzare un linguaggio scientifico questo è utile a promuovere la conoscenza reale di ciò che si sta sperimentando. Facciamo un esempio concreto: in parecchi testi che parlano di Yoga, sovente ricorre la frase "realizzazione del sé", è bene chiarire, per i neofiti e non, che questo non è un concetto astratto o metafisico da ricercare in chissà quale angolo remoto dell'universo o in sfere energetiche  di qualche dimensione parallela. Siamo realisti e rimaniamo con i piedi per terra! Il significato di "sé" va colto ed interpretato come realizzazione dell'individuo, unico e irripetibile, del quale si deve esplorare ogni suo aspetto, anche il più sottile, attraverso la pratica dello Yoga che permette di riconoscere la natura del corpo e del cervello in termini di concretezza .


Il movimento, il benessere

L'attività fisica, un toccasana per il nostro corpo

Quando lo Yoga è autentico e scevro da ogni banale congettura di carattere fiabesco, genera lo stupore della scoperta del "sè"! Rispondiamo alla domanda che apre l'articolo; Perché proprio lo Yoga? È ormai noto che l'attività fisica, qualsiasi essa sia, è fonte di benessere, tutti ci dicono "camminate almeno mezz'ora al giorno", correre fa bene!", "fate stretching" e via discorrendo, indipendentemente dalle tendenze personali nella scelta di uno sport o tipologia di movimento, è sempre sconsigliata la sedentarietà.

Perchè scegliere Essse Accademia?

Il nostro approccio allo yoga

Nel caso dovessimo trovarci a optare tra quale attività motoria scegliere consiglierei a tutti di praticare Yoga in Essse Accademia, vi spiego perché! Ciò che distingue il nostro approccio allo Yoga è formato fondamentale da tre punti cardini che appartengono al Metodo Maharishi Sathyananda: 

1 unico e scientifico, 

2 schemi motori praticabili da tutti,

3 risultato.

Abbiamo già spiegato, che pensare di realizzare la grandiosità dello Yoga è pressoché impensabile in breve tempo. Come dicevo nell'articolo precedente non crediate che si possa fare solamente il "corso di Yoga", motivo per cui addentrarsi in questo incantevole mondo necessita di un Metodo!


Tre punti cardine

Guru Maharishi Sathyananda

Primo

Unico e scientifico; protocolli certificati di allenamenti, che applicati con oculatezza, preparano l'allievo fisicamente e mentalmente all'esecuzione dell'Asana (postura), senza l'adeguata preparazione atletica risulta impossibile accedere alle numerose trasformazioni ottenibili con lo Yoga. Il corpo richiede requisiti specifici per costruire e capire il senso della postura statica nello Yoga, essere un contorsionista non significa percepire la profondità che dimora nella armoniosa perfezione di un Asana, vero è, che se non stimoliamo continuamente muscoli e articolazione difficilmente potremo oltrepassare quei limiti che consentono di progredire. Si tratta di preparazioni mirate, schemi introvabili in qualsiasi altro settore dell'attività fisica, una serie infinita di stimoli per l'apparato locomotore, coinvolgimento di tutte le sedi anatomiche nessuna esclusa e reale trasformazione di queste, l'allievo vive una scoperta dietro l'altra attraverso le nozioni scientifiche apprese realizza la meraviglia del "sé", nozioni che oltre ad essere ricevute oralmente (di grande stimolo per il nostro cervello) permettono di  percepire in primis la propria struttura fisica e morfologica, si trovano le risposte che solo l'ascolto può dare. 

Si coltiva la  presenza mentale, senza la quale nessun limite è superabile  e traguardo raggiungibile.  Unicità e scientificità. E' un sodalizio che porta al continuo appagamento.

 

Secondo 

È adatto a tutti? Assolutamente si nel Metodo vi sono numerose codifiche di preparazione fisica allo Yoga rivolte a persone di ogni età, bambini, adolescenti, adulti, anziani, per ogni categoria e per ogni singolo individuo. Non tutti, pur avendo la stessa età, sono uguali, ragion per cui la sapienza del Metodo permette di creare programmi personalizzati dando a chiunque la possibilità di vivere ed essere nello Yoga. 

 

Terzo 

Risultato. Una frase di Seneca dice: "non esiste vento favorevole per un marinaio che non sa dove deve andare". Il risultato, in qualsiasi ambito, è dato dalla programmazione, fatta di chiarezza e precisa rifinitura dei dettagli, col nostro Metodo  il risultato non può mancare, l'allievo attinge a risorse che nemmeno pensava di avere, supera limiti fisici e mentali, recupera il senso di volontà che solo un cervello stimolato e attivo offre, rimuove dolori, senso di frustrazione e il "risultato' è un continuo fluire di quel profondo stato di benessere che dona la pratica dello Yoga in Essse Accademia.



SCARICA IL NOSTRO MAGAZINE IN FORMATO DIGITALE

Download
Magazine Essse Maggio_02
Magazine maggio 2.pdf
Documento Adobe Acrobat 16.8 MB

Scrivi commento

Commenti: 0